!!Firefox the best

Ebbene si…Mozilla Firefox è stato eletto il migliore prodotto del 2005, nella classifica indetta da PcWorld, seguito da Gmail e Mac OS X “Tiger”:

  1. Mozilla Firefox
  2. Google Gmail
  3. Apple Mac OS X Version 10.4 (Tiger)
  4. Belkin Wireless Pre-N Router and Notebook Network Card
  5. Dell Ultrasharp 2405FPW 24-Inch Wide-Screen
  6. Alienware Aurora 5500
  7. Seagate USB 2.0
  8. Skype
  9. Canon EOS Digital Rebel XT
  10. PalmOne Treo 650

Dimenticavo….M$ dove è finita? La cara M$ è fuori…o meglio è 47 con win***s m**ia p***er 10…ma non era Tecnologica (il simbolo dello sviluppo) e con una comunità aperta? come disse mr genius
freeze….

Advertisements

17 thoughts on “!!Firefox the best

  1. l’odio principale che tutti accumuna a MM mamma microsoft è che non si può
    farne a meno, alcuni applicativi ormai fanno parte della storia, chi non ha mai
    avuto un rapporto di amore ed odio con word? caspita però i prezzi sono eclatanti per software di cui si avrebbe la vera necessità di un ricambio generazionele…
    io guardo di buon occhio nuovi progetti sun e unix ma francamente manca la distribuzione fisica necessaria, driver…(gli utenti unix mi odieranno) ma quale casa di soft scrive driver per dieci distribuzioni unix e li cambia per ogni core quando con 1 driver per XP ha gia risolto il problema del 90% dell’utenza del sua hardware?
    sarà anche 100 MM ma tutti i programmi che hanno vinto sono stati sviluppati per piattaforma Win… e cio’ la dice lunga…
    tranne ovviamente i separatisti mac…

  2. Sui driver hai indubbiamente ragione, tuttavia la comunità opensource non vuole necessariamente il driver già bello e pronto…basterebbero le specifiche. Se tutte le società che producono hw, fornissero le specifiche, le cose sarebbero a mio avviso differenti.
    Se parli di desktop sicuramente vince M$, ma ad esempio Apache è Opensource e è sviluppato su sistemi *NIX. 🙂

  3. Firefox è pur sempre un browser… Ma ha salvato tanti (io lo uso dalla versione 0.7 mi pare si chiamasse firebird al tempo) dall’usare IE.
    Però la concorrenza avanza, Safari è una freccia di questi tempi grazie anche alla implementazione quasi opensource (l’applicazione è chiusa, il webkit è derivato del Khtml) ragiona un pelo meglio sui CSS e IE7 pare aver capito la strada del miglioramento, anche se la mancanza della toolbar (File, Edit, View…) ha scosso qualcuno. In realtà è possibile estrarla e rimetterla al suo posto, solo che in questo modo la toolbar completa occupa ancora mezzo schermo anche a 1280×960 LOL.

    Gmail è un servizio di posta online, qualcuno potrebbe preferire un account IMAP da gestire con il programma preferito, qualcuno potrebbe preferire Hotmail, se non fosse per il fatto che il contorno di software è scadente. Deprimente rende meglio l’idea.

    Mac OS X tiger invece ha incluso ciò che renderà VIsta prodotto dell’anno prossimo. Come al solito il nascosto mondo del mac rende tutto un po’ offuscato, lontano. Quando uscirà Vista tutti si sbalordiranno davanti agli effetti grafici e alla ricerca istantanea dei documenti o magari resteranno strabiliati della rete zero configurazione. A dire il vero non so se Vista avrà DAVVERO una rete zero configurazioni. Ai win-sysadmin piace tanto taroccare IP e sottomaschere di rete. Chissà cosa succederà la prima volta che vedranno funzionare il CUPS… Allora si che avremo un VERO prodotto dell’anno.

  4. Putroppo il fatto che molta gente pensi che:
    1) windows è nato con l’informatica
    2) internet è nato con windows
    3) computer = windows

    si continuerà a pensare che windows sia innovativo… 🙂

  5. cagate de B.G.A.T.E.S. a parte sono sempre stato favorevole all’avvento di open source. il vero problema di mac è il prezzo ultra esagerato per macchine di una generazione indietro. che cazzo fatemelo dire, le ultime macchine quad core sono delle belve mangia fp, in grado di distruggere qualsiasi xeon, ma quanto costano? non è questo il modo di commerciare, ho appena preso un g4 dualP da 1450, 1 gb di ram ati 9700, bello scheggia parecchio per far musica bello per navigare, ma altre applicazioni? buu mac.. ed il prezzo 1300€ mi pare decisamente sopra le linee per una macchina usata, adesso quella è una macchina si può dire enbedded capace di fare cose da normale computer, il tiger è pesantissimo ed è altresi molto lento a caricare, cool l’i-book, ma francamente at a fraction of the cost come piace dire agli americani, ho comprato un pici merdoso che però gli caga in testa all’i-book, sarà che quando hai bisogno di qualcosa te la devi prendere ma prendere per il culo i clienti senza offrire nemmeno un mouse con nemmeno due tasti mi sembra davvero esagerato!

    a parte le critiche cattive su mac, io sono l’ultimo a difendere xp, per farlo andare come si deve ci ho smanettato parecchio, molto più di quello che si dovrebbe fare con una qualsiasi distribuzione *nix, il vantaggio? non devo formattare ogni tre secondi(vantaggio su xp) non devo continuare a ricompilare(su *nix) qualsiasi dannato .exe degli anni ottanta mi gira comprese tutte le periferiche, ora come ora ci pici = icspi

  6. Scusatemi ma queste cose non le posso proprio sentire…

    Una persona che si appresta all’acquisto di un mac non può lontamente paragonarla ad una macchina 80×86-compatibile.
    In primis il costo.

    Chi afferma che il costo di un mac è troppo elevato significa che lui stesso inconsciamente ritenga di sapere il “giusto” prezzo che dovrebbe avere al pubblico.

    Una persona decide che 1Kg di mele in quella bancarella costa troppo semplicemente perchè LA SUA ESPERIENZA testimonia di avere visto le stesse mele ad un prezzo molto inferiore; in questo caso il ragionamento è perfetto e non fa una piega.

    Purtroppo una persona può peccare decidendo che 1Kg di mele in quella bancarella costa troppo perché LA SUA -NON- ESPERIENZA testimonia di avere visto le stesse mele ad un prezzo molto inferiore; peccato che non ricorda bene ed in realtà aveva visto delle pere.

    La morale è semplice: chi NON conosce il mondo mac è inconscaimente portato a fare paragoni errati confondento le “pere”(PC) con le “mele”(APPLE) e poiché entrambe sono commestibili (computer sono) preferisce il compromesso di mangiare e spender poco.
    Mai saprà però come le mele sono più digeribili…

    Mi stupisce ancor di più chi afferma che i-book G4 sia lento e caro. Io personalmente posseggo un i-book G4 e posso dire che sono davvero soddisfatto del mio acquisto. E poi caro? Chi mi offre le stesse potenzialità e lo stesso design a soli 1500 euro? Badate bene che ho detto davvero “potenzialità”.
    Inoltre ho sentito dire di TigerX lento. Su questo posso darVi ragione nel caso vorreste lavorare con la tigre su di un G3, ma fidatevi che su un i-book G4 con 768Mb di RAM non c’é alcun rallentamento, anzi…

    Il blog è davvero bello e se potessi mettere qua una faccina sorridente la metterei, poiché rileggendo ciò che ho scritto sembro quasi arrabbiato, ma fidatevi non lo sono affato.

    Concludo scusandomi per lo spazio occupato e salutando – pj –

  7. Mauro: Innanzitutto non devi preoccuparti, alla fine è un semplice scambio di idee, tuttavia posso dirti che non sono molto d’accordo con te sulla riflessione relativa al costo.
    Non dico che i mac non valgano quello che costano, ma che spesso partono da un costo molto alto: 1500 euro per un pc che uso solo per leggere la posta e scrivere documenti mi sembrano un po troppi, tuttavia non metto in dubbio le prestazioni/stabilità.

    Il problema principale è che i pc apple *partono* da costi elevati, o meglio, per avere un sistema non troppo lento (ad esempio con tiger, se prendi un mini mac versione base, non so quanto sia veloce).

    Cambiando argomento, il motivo che ha spinto Apple a passare a processori intel non è dovuto al fatto che i PPC facessero schifo (cosa che appare vedendo le pubblicità Apple attuale) ma che i processori intel sono molto evoluti con la tecnologia TCPA (http://www.no1984.org). In pratica gli costa meno fare così che svilupparsela da sola.

    Il fatto che Apple voglia impedire di far funzionare Mac OS X su pc generici secondo me li penalizzerà.
    Un precedente sotto gli occhi di tutti è quello relativo alla diversa diffusione dell’architettura x86 e ppc. Dalla grande torta che rappresenta il mercato possiamo facilmente capire che una tecnologia aperta (x86) ha più probabilità di diffondersi rispetto ad una chiusa.

  8. da buon possessore di PowerMac G4 dual-P a 1400 e 1GB di ram con scheda video ATI 9700 con128 di RAM e un PC(così poco blasonati) un AMD XP1700+ 1.25GB di ram a 133 e 9700 128MB (Stessa scheda) credo di poter fare un paragone, in base alla mia esperienza pluriennale su Computer e SO,
    MAC : bella l’estetica(che non migliora le prestazioni) lentissimo a caricarsi TIGER, buona la gestione della scheda video, pessima (a mio avviso) la gestione della quantità esagerata di cache.
    PC: discutibile sono un modder c’è chi vuole il case grigio e chi come me preferisce mettere della luce di wood e farlo diventare fluorescente, ma degustibus, non migliora l’hardware. singleP a 1427MHz non male con una frazione della cache di un mac ma gestita con migliore intelligenza… e tutta on CORE, il punto dolente dei PC ebbene è XP, che ovviamente da buon user che ha piacere a Sfruttare la propia macchina ha reimpostato vari parametri con l’ausilio di una buona comunità di utenti insoddisfatti di una gestione penosa dell’hardware. ora non sento la necessitàdi aggiornare un processore che ha sulle spalle due generazioni e un processo costruttivo a 180nm.
    non mi voglio dilungare ma in 21 secondi il mio pc è operativo e questo la dice lunga…

    ora vorrei capire perchè un pc senza andare su AMD teniamo buona la pessima architettura che la mac sta montando sulle sue macchine La Intel Pentium CORE DUO, se qualcuno ha sentito le ultime notizie ha carpito che è stata messa in saldo sconto del 20%.

    ora massima lode al G5, che cazzo di prezzi però >2K€, su sistemi per utenti “normali” che utilizzano un’architettura vecchia con BUS a 667 per intenderci ( e in DDR2 si sente parecchio nei confronti di un bus a 800) non capisco e non vedo come potrebbe darmi di più di un altro PC basato sulla stessa architettura, Rispondo da solo, non può fisicamente, e allora perdonatemi ma se ne facciamo una questione di mera estetica, lasciamo i mac alle donne, se la mettiamo sui bench, bene il mac va meglio su grafica enbedded, nel senso che ci sono tre programmi da utilizzare, e su questi cava fuori magari 100 pti, e questo è una certezza, video e audio vogliono mac sono il primo a dirlo, ma quanti utenti medi che portano in giro un portatile devono far video e audio avanzati??? preferisco un PC con 2MB di cache on CORE per eseguire applicativi che rappresentano 98% del software in circolazione.

    questa è la mia opinione, completamente contestabile.
    una piccola postilla, una mia amica tempo fa compro un powerbook g4 a 1400 con 512di ram bagandolo 1700€, single P sto parlando di settembre… a me sembrò un pò troppo per una macchina che alla fine è destinata a fare le stesse cose di un pc…
    sarà cara e piu’ digeribile la tua mela, ma sempre frutta è, e quando fai la cacca non uscirà più profumata di quella degli altri poveri babbei che hanno risparmiato e hanno usato più applicativi allargando il range di azione della propria macchina, al costo di qualche piccolo trouble con il sistema operativo, cosa alla quale anche gli utenti mac sono sottoposti.

    concludo finalmente dicendo che c’è un motivo se in tutto il mondo la maggioranza degli utenti usa PC.

    una domanda, ma perchè su apple dot it c’è la pubblicità di MS Office…
    magari c’è carenza di applicativi?

  9. Solo 3 cose:

    Se uno non deve fare niente allora il pc può proprio evitare di prenderlo.

    I prezzi, che io reputo in linea con i PC, sono da raffrontare con le effettive features in fatto di software e hardware. Windows non ne ha, perde in partenza con ogni concorrente. Io mi rifiuto di accendere un pc su cui non posso greppare o espellere un cd trascinandolo sul cestino 😉

    Sulla pagina di Apple c’è la pubblicità di MS Office perchè Microsoft paga per mettercela. A quanto pare le percentuali crescenti di iWork sono un po’ preoccupanti.

  10. Se il tuo AMD XP1700+ con 1.25Gb di RAM a 133Mhz è davvero più veloce del tuo PowerMac G4 1400 prenditela con quello che ti ha venduto questo Apple usato; cosa ci ha fatto prima??

    A parte gli scherzi mi dispiace che tu abbia avuto un’esperienza negativa con una macchina del livello del PowerMac e ti sconsiglio di restare cliente Apple poiché quello è il massimo che ti può offrire.
    Sono in tanti che la pensano come te ed io li rispetto pienamente.

    Continuo comunque a non capire come Tiger possa risultare lento nel caricamento, ti ripeto che il mio i-book G4 1.33Ghz con 768Mb di Ram a 133Mhz è davvero veloce, ma forse inizio a capire che abbiamo un senso differente di velocità.

    P.s. Se la scheda video del PowerMac è quella che aveva al momento della fabbricazione devo ricordare che non è la stessa scheda che viene comunemente montata sui PC; ATI e NVIDIA forniscono componenti differenti alla Apple, con firmware adattati per ottimizzare il binomio PowerPc, OSX.

  11. è evidente che non siete obiettivi e il mio commento ha centrato il suo obiettivo.

    io non denigro il mio mac per le sue prestazioni che sono totali su quello che deve fare: musica, purtroppo LOGIC AUDIO DI MAMMA MAC non vuole estendere le sue vendite a utenti pc perchè secondo me ha paura di un eventuale confronto con DUAL XEON processor di intel. che costa lo stesso prezzo.

    io sono convinto che a livello di prestazioni un dual p G4 sia pienamente confrontabile più con un dual XEON che con un core duo…. e questo la dice lunga sulla scelta commerciale di apple…
    Una domanda siete veramnte felici della venture con intel??
    io come utente mac avrei preferito vedere una di queste due sigle per il futuro mac, XEON o OPTERON.

    processori ad alte prestazioni confrontabili con il mondo mac dei professionisti.

    quanto al iBook di maurissimo vorrei vedere dei bench contro il mioportatile
    Centrino SONOMA 750 1GB(533MHz)DDR2 di RAM dual video interface intel/nvidia(256MB VRAM GDDR2) con gestione GUI affidata ai driver nvidia, e vedere se poi si ha ancora qualcosa da ridire. mac non offre soluzioni di questo tipo al prezzo di 1.5K€, poi se uno da buon testardo si ostinerà a dire che dalla sua macchina riuscirà a tirare fuori di meglio, beh…

    se parliamo di power mac e di quanto si possono spremere, vi do totale appoggio, ma non parliamo di iBook, per favore non ditemi che sanno fare di meglio.

    per quanto rigarda i SO avete ragione X**P fa cagare, è pietoso ma va riconfigurato da 0, ma sui sistemi basati su *nix, o la nuova interfaccia di novel, beh parlano da sole

    ps un commento OSX a quanto mi ricordo è uscito parecchio dopo di G4, e ho avuto molti problemi a fare girare il logic, sviluppato per il 9,

    ah tra l’altro mac ha fatto uscire il logic nuovo senza il supporto per i vecchi plugins, cosa che ha reso molto felice gli utenti.
    sotto questo aspetto sono felice di riuscire, se voglio, ad installare win-amp 1 sul mio merdoso AMD athlon XP 1700+ e anche sul mio Centrino750 e anche ne sono sicuro sulla nuovissima archittura AM2.

    PS la scheda video non ha features diverse, l’unica cosa che forse non ha è la conversione analogica del segnale in quanto le due uscite sono solo digitali, tra l’altro una è l’adc, ottima ma alquanto inutile in quanto vi obbliga nel caso vogliate un secondo schermo ad comprarne uno di una fascia di prezzo superiore.

    a me non dispiace il mondo mac e mi dispiace che vi siate fatti di me una visione da outsider, non mi interessa sputare nel piatto in cui mangio, dico solo e ribadisco che secondo me hanno dei prezzi troppo alti(i pc della fascia al pubblico cioè togliamo quelli per i professionisti dualp e quadcore e compagnia briscola). ed in secondo luogo che non offrono niente in più tranne che un’interfaccia più simpatica di un pc, che mio malgrado serve per la compatibilità globale che ha con il software in circolazione, e questo ahimè è sia un pregio che un difetto, rispecchia tra l’altro in toto la filosofia intel che io non condivido. ed infine cio’ che veramente mi dispiace è che adesso mac abbia fatto il grave errore di avvicinarsi a intel, non è stato saggio secondo me, e penso che anche voi siate d’accordo sulla scelta pietosa del core duo

  12. Visto che Nippi mi è andato a parare sull’accoppiata Apple-Intel, da utente mac non posso negare che l’ultimo post è da condividere al 75% (cioè sono quasi pienamente daccordo).

    Su Intel Core Duo non so ancora molto e mi scuso da subito. Posso però vedere soltanto due -pro- che possono aver spinto Apple al gemellaggio:

    1. IBM/Motorola si rifiutavano categoricamente di modificare il G5 dual (l’attuale PowerMac processor per intenderci) per ricavarne fuori una versione per notebook e questo avrebbe voluto dire powerbook G4 per sempre (parole di Jobs alla Macworld di San Francisco);

    2. E’ vero che l’architettura PowerPc è “molto semplice” e non integra un insieme vastissimo di set di istruzioni inutili contenute nell’80×86 solo per rendere compatibili le varie versioni dei processori (sin dal 386 per intenderci), ma la complessa roadmap di intel forse è semplicemente mal sfruttata ed ora non ci resta che attendere e sperare.

    Quindi Nippi come vedi questa volta ti do ragione, e credimi che non mi sono fatto di te un’idea da OUTSIDER.

    Tornando su i-book devo confermare ancora una volta che questo prodotto è entry-level e non deve e non voglio paragonarlo con PowerMac, non sia mai.
    Dico solo che è un ottimo compagno di viaggio-lavoro e che con soli 1500€ non solo ti permette di non attaccarti alla spina per 5 ore e mezza (wireless attiva e collegata), ti integra un OS davvero PRATICO ed AFFIDABILE, ti include componentistica non di dubbia provenienza (i-book è prodotto in serie da ASUS-Tek), ti offre un’assistenza davvero OTTIMA (nessuno si è mai comportato così bene con me se non IBM), ti permette di reperire SEMPRE E COMUNQUE componenti di ricambio (es. batterie, tasto dolente dei PC, anche dei -mitici- Sony Vaio per intenderci) a prezzi che stracciano la concorrenza (batterie Apple a 120-130€, batterie Vaio 249€), ma ti offre anche un design d’alta scuola.

    Insomma ammetto che con il mio i-book farò solo banali lavoretti ma non posso dire che potrei usare un PC, a meno che per PC non lo intendiate con una bella versione di Linux che gira da favola; ma io compro un PC obbligato a pagare la licenza Microsoft per Windows e poi mi tocca formattare, caricare Linux, smadonnare per configurarlo a pennello (io non ne sarei nemmeno in grado) oppure pagare qualcuno per farlo? Non pensate sia troppo per un acquirente PC?

    Apple ti offre questo, ti vende una bella macchina con un “LINUX” pre-configurato a pennello. Non trovate?

  13. Nippi e Maurissimo: secondo me (come già detto in qualche commento) la risposta alla domanda “Perchè mac è passata ad Intel?” è dovuta al fatto che Intel sta iniziando a supportare la tecnologia TCPA. Apple, non avendo tale tecnologia avrebbe dovuto svilupparsela da sola.

    Per chi non conosce il TCPA posso brevemente dire che è un sistema di protezione via hardware che permetterebbe di fermare la pirateria; è molto contestato perchè rischia di togliere eccessivamente il controllo agli utenti. Staremo a vedere.

  14. concordo sul pre configurato ma non concordo sul fatto che devi pagare la licenza, sei libero di formattare e inviare il cd di winzozz e ti daranno indietro i soldi, no hai problema.

    è inutile prendersi a cornate su quello che rendono i mac mac ed i pc pc. dico che per necessità universitarie cioe matlab e giochi…. lol, ho comprato un pc

    per la batteria nota dolente del mio pc, 3 ore in idle e 2 full carico , 1 e mezza con il fornelletto acceso(geforce), però c’è anche da dire che devo cambiarle con una nove celle da 5 ore (l’attuale è da 4celle) al costo di 100 euro del produttore, anche se adesso non ne sent la necessità…

    ps senza il fornelletto acceso(geforce) la ventola non si sente, l’hd wdc sata nemmeno(solo con trasferimenti violenti e repentini di doom3 in ultra high mode(500 MB di texture caricate)) fa sentire la sua vocina.

    ps la ventola non si accende nemmeno lavorando con matlab per 4 ore consecutive e 600 mb allocati.
    a me non sembra di avere un sistema lento o malvagio, mi serviva così e l’ho preso. come comprerò appena uscirà in europa il pc low cost dotato di wireless a 100 € per tenerlo come dovrebbe essere un portatile… da guerra… 🙂

    ps io non credo nella futile arte della estetica, non fa da me… l’importente è che vada
    credo più nella solidità e concordo per l’assistenza, infatti ho tre anni pickup&return e 1 anno di assicurazone sul furto 😉

  15. Luca tcpa lascerà il tempo che trova dopo un mese a Napoli…

    tcpa va contro a troppi principi, sbagliato è anche pensare che microsoft farà un cartello con ntel, troppo rischioso… l’anti trust punisce

    la apple ha scelto intel perchè era rimasta a piedi… non scherziamo è uscito sulle più grandi testate di settore, ci dovrebbe essere ancora l’articolo su hwupgrade

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s