ancora elezioni!

Ebbene si, ancora elezioni, ma in università, per l'elezione dei "rappresentanti studenteschi".

Entrando in università in questi giorni, si trovano diversi banchetti ricolmi di materiale (carta, bevande, bibite) dove simpatiche persone sorridenti ti allungano volantini, manifesti, ecc.

Dai volantini si può capire chi ha più soldi: se il volantino è in carta patinana lucida a colori formato A3, A2 o anche A1. I più poveri si accontentano fotocopie in bianco e nero con fogli in formato A5.

I "partiti" sono tre.

  • Azione Universitaria: "sono quelli con i soldi". Dal nome si capisce anche perché. Le loro proposte poche (e questo è un bene), per alcuni versi sono (IMHO) inattuabili (ad esempio la costruzione di una discoteca in centro). Sul volantino c'è anche uno slogan particolare: "– Tasse + Università" che ricorda tanto l'amato slogan "Meno tasse per tutti". Fate voi.
  • Coordinamento per il diritto allo studio: questi sono quelli di sinistra, il loro programma è una lista lunga due pagine. Molte proposte sembrano messe li per fare numero (ad esempio l'Approvazione dello 'Statuto delle Studentesse e degli Studenti da dove salta fuori?Mai sentito nominare.), altre invece sono da me non condivise come l'eliminazione del blocco tra un anno e l'altro.
  • Ateneo Studenti: Come azione universitaria hanno quattro punti, le loro proposte sono meno radicali e quindi più facilmente attuabili. Attualmente sono quelli che hanno una probabilità maggiore di essere votati (by me), anche se mi rincresce un po' perchè appartengono al terzo dei mali del mondo. 🙂

Se non si guardano le fazioni (destra, sinistra), il gruppo Ateneo Studenti è quello con più coerenza e meno fumo.

Advertisements

2 thoughts on “ancora elezioni!

  1. Presentato il programma elettorale

    Il direttore di Italymedia.it Antonello De Pierro, candidato al 13° Municipio di Roma nella lista “Verdi per Veltroni” ha presentato il suo programma per il mandato che con ogni probabilità gli sarà conferito dai risultati delle urne
    ufficio stampa – ()

    – SPONSOR NEWS –

    Bagno di folla per il popolare giornalista Antonello De Pierro, candidato al 13° Municipio di Ostia Lido nella lista “Verdi per Veltroni”, che ha ufficializzato le ragioni della scelta di candidarsi, presntando il suo programma. Il tutto è avvenuto in un noto locale della zona alla presenza di 675 persone, che hanno accompagnato il suo intervento con ovazioni e applausi scroscianti, a testimoniare i consensi suscitati dalla sua candidatura alla carica di consigliere nel Municipio di Ostia e dintorni. Da sempre impegnato giornalisticamente sul fronte dei diritti sociali e della cultura, De Pierro si è soffermato con decisione sui temi della sanità e del lavoro, senza tralasciare il degrado della pineta, per cui ha ingaggiato da anni una vera e propria battaglia con le istituzioni locali, sottolineando la latitanza istituzionale del presidente uscente Bordoni sul tema di scottante attualità. Grande commozione hanno suscitato i riferimenti alla cultura con le proposte di integrazione per i portatori di handicap.
    Ecco di seguito i punti salienti del discorso:
    “Cari amici,
    sono qui per comunicarvi i motivi che mi hanno spinto ad accettare la candidatura alla carica di consigliere al 13° Municipio di Ostia Lido.
    Amo Roma come me stesso e ancor di più Ostia e dintorni, dove sono nato e risiedo. Negli ultimi 5 anni siamo stati costretti ad assistere ad una gestione praticamente inesistente della cosa pubblica da parte dell’amministrazione di centrodestra guidata da Davide Bordoni.
    Nei rari casi in cui si è tentato di fare qualcosa, ci si è mossi in modo totalmente errato, sfiorando spesso, addirittura il paradosso.
    E intanto il territorio, già afflitto da problemi di origine atavica, è stato stritolato dal degrado e dall’immobilismo totale di chi avrebbe dovuto invece adeguarlo alle esigenze sempre più pressanti dei cittadini.
    Visti i personaggi sul palcoscenico politico, tutto ciò non mi meraviglia affatto.
    Giornalisticamente mi sono adoperato, insieme ai miei collaboratori, per denunciare inefficienze, abusi, soprusi, ma la risposta istituzionale è stata praticamente inesistente.
    Quando per esempio mi sono occupato del degrado della pineta, polmone verde per l’intera città di Roma , il presidente Bordoni ha declinato l’invito a partecipare rispondendo tranquillamente, tramite il suo addetto stampa, che non gli interessava intervenire.
    E così, le testate da me dirette, rimasero orfane del punto di vista e di un’eventuale promessa d’impegno (parola un po’ rara nel frangente) da parte del massimo rappresentante istituzionale sul territorio.
    Per rendersi conto del totale abbandono del prezioso gioiello verde del 13° Municipio basta collegarsi al seguente indirizzo http://www.italymedia.it/articoli/attualita&cronaca/0063.htm .
    Si può fare molto, anzi si deve, e questo è un mio preciso e inderogabile impegno elettorale dopo l’ingresso nel consiglio comunale.
    Altro problema che mi sta particolarmente a cuore è legato al sacrosanto diritto alla salute, sancito all’articolo 32 della Carta Costituzionale, e regolarmente calpestato nelle strutture sanitarie pubbliche del territorio.
    È giusto e di rigore adempiere i doveri, ma quando si parla di diritti, vanno rispettati senza indugi e nessuno può e deve permettersi di negarli.
    Abbiamo assistito ad una interminabile e dolorosa sequenza di carenze nell’ambito della sanità pubblica, per cui, spesso gli utenti (o pazienti, è proprio il caso di dire) sono stati dirottati dalle impellenti esigenze, verso le strutture private.
    Questa è una vergogna che deve finire, insieme all’alto prezzo pagato dai cittadini.
    Mi impegno su questo terreno a non fare sconti a nessuno.
    Passando all’articolo 4 della Costituzione, che tutela il diritto al lavoro e prevede che lo stato si adoperi affinché questo venga rispettato, abbiamo assistito negli ultimi 5 anni del Governo Berlusconi, ad un vero e proprio attentato nei confronti di questo precetto costituzionale.
    Il baratro di un futuro all’insegna del precariato e dell’incertezza si è sempre più allargato sul percorso professionale e biologico delle nuove generazioni.
    A livello locale purtroppo non si può fare molto in questo senso, però mi impegno da un lato a proporre un trattamento privilegiato alle aziende del territorio che garantiranno contratti a tempo indeterminato, regalando quindi una concreta speranza di stabilità futura, e dall’altro una severa penalizzazione delle strutture che continueranno a sostenere la vergogna dei contratti a termine, tanto cari al Centrodestra per meri fini statistici.
    Per concludere, alla luce dei fatti, sembrerebbe quasi che la destra di Bordoni sul territorio si sia impegnata, fortunatamente invano, per mantenere la gente nell’ignoranza favorendo il sonno delle coscienze.
    Metodi che risalgono a secoli addietro.
    Gli appuntamenti culturali sono stati lesinati come l’acqua nel deserto a una cittadinanza che fortunatamente possiede invece una naturale predisposizione verso lo scibile e una fertile vocazione nei confronti della crescita umana e intellettuale.
    È ora di promuovere la cultura, quella vera, nel XIII Municipio, con l’incentivare eventi di grande spessore, non tralasciando mai la crescita umana e l’integrazione sociale dei portatori di handicap con iniziative mirate.
    Una di queste potrebbe essere la realizzazione di un progetto che da anni porta avanti la nota attrice Tiziana Sensi, che prevede spettacoli teatrali per non vedenti e non udenti, al fine di favorire il processo integrativo delle categorie in questione anche attraverso l’arte.
    Per realizzare tutto ciò serve l’impegno di tutti voi, nel votarmi e nel sostenermi dopo l’elezione al Consiglio Municipale.
    Grazie a tutti.”

    antonellodepierro.italymedia.it

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s